Troppo tempo al pc? Segui i nostri consigli

Troppo tempo al pc? Segui i nostri consigli

Troppo tempo al pc? Segui i nostri consigli

Ore ed ore davanti al computer rendono sicuramente più efficiente la nostra vita sotto tanti aspetti ma questa condizione, purtroppo, provoca la comparsa di diversi sintomi.

Tra gli effetti più comuni legati ad un uso eccessivo del pc, troviamo sicuramente la “sindrome dell’occhio secco”, conseguenza di un’iperevaporazione di quel sottile ma utilissimo film lacrimale che separa come uno scudo naturale la superficie oculare dall’ambiente esterno. Un occhio non sufficientemente lubrificato va necessariamente incontro a fastidi di media o grave entità che possono rendere difficoltose le più comuni attività quotidiane. Non solo, quando si passa molto tempo davanti al pc si rischia anche di sovraccaricare la colonna vertebrale (da seduti); per questo può insorgere mal di schiena intenso. Aumenta, dunque, il rischio di problemi alle ossa ed ai muscoli determinati da una postura prolungata e sbagliata davanti allo schermo con gambe e busto troppo protesi in avanti o indietro.

I rischi per la salute ed i disturbi psicologici aumentano con il trascorrere del tempo davanti allo schermo del computer, ma esistono alcuni rimedi alla portata di tutti. Ecco di seguito alcuni consigli per evitare, o quantomeno limitare, i danni del computer:

  • Postazione di lavoro ergonomica. Assicurarsi una giusta posizione della fonte luminosa, dello schienale, della poltrona, giuste distanze dalla tastiera e dallo schermo, corretta posizione del corpo, ecc.

  • Alzarsi ogni 40 minuti per una piccola passeggiata o compiere pochi esercizi mirati alla distensione muscolare ed alla riattivazione della circolazione.

  • Effettuare pause di impegno visivo di 5-10 minuti ogni ora di attività. Staccare gli occhi dal pc , guardare per alcuni minuti a distanza o restare per alcuni istanti ad occhi chiusi.

  • Evitare di mangiare davanti al pc. Fa ingrassare e si rischiano contagi con numerosi germi e batteri presenti sulla tastiera.

  • Bere molta acqua, specie fuori pasto.

  • Instillare lacrime artificiali in collirio a base di acido ialuronico che ripristinano lo strato lacrimale.

  • Umidificare l’ambiente. Se l’umidità relativa scende al di sotto del 50 per cento, il corpo traspira di più, perde liquidi e si avverte subito la secchezza negli occhi. Si può rimediare utilizzando un umidificatore che porti la percentuale di umidità almeno al livello di 60.

  • Moderare l’uso di lenti a contatto, ed evitare di indossarle soprattutto di fronte al pc, preferendo l’utilizzo di occhiali da vista.